Monte Cervet – VALLE MAIRA

Difficoltà: EE

Esposizione prevalente : Nord Ovest

Quota di partenza: m 1607

Quota massima: m 2984

Dislivello complessivo: m 1387

Km percorsi: 12,7

Si percorre tutta la Val Maira fino al rifugio Campo Base di Chiappera e si prosegue ancora fino al ponte Souttan dove si parcheggia.

Paradossalmente la parte più ripida di questa gita è il tratto iniziale in mezzo al bosco: in caso di pioggia, come è successo a noi, anche molto scivolosa.

Superato il bosco si prosegue seguendo il sentiero fino ad un bivio, a sinistra si va al Colle Greguri, mentre noi proseguiamo a destra verso il Colle del Rui.

Bivio-Colle-di-Rui
Bivio-Colle-di-Rui

Proseguiamo lungo il vallone passando non lontano dalle pareti rocciose della Rocca Provenzale, Torre e Rocca Castello.

Massiccio-delle-tre-Rocche
Massiccio-delle-tre-Rocche

Continuiamo la nostra salita percorrendo numerosi tornanti fino ad arrivare nei pressi di una casermetta in rovina dove abbiamo la fortuna di vedere branchi di stupendi stambecchi.

Branco-di-stambecchi
Branco-di-stambecchi

Si prosegue lungo il sentiero a mezzacosta fino a raggiungere il Colle di Rui.

Dal Colle seguiamo un piccolo sentiero segnato da ometti a tratti innevato data la grande quantità di neve scesa quest’inverno (2018, ndr), ma tutta aggirabile o calpestabile senza difficoltà.

Un ultimo tratto roccioso un poco più ripido e si arriva sulla vetta sormontata da una piccola croce metallica.

Croce-di-Vetta
Croce-di-Vetta

Per la discesa si ripercorre la stessa via della salita.

Gita da effettuare preferibilmente con buone condizioni meteo data la scivolosità di parecchie zone attraversate.

Scarica

 

 

Lascia un commento