Monviso, RE di pietra, da Castello di Pontechianale (VALLE VARAITA)

Quota partenza: 1608m – Quota arrivo: 3841m – Dislivello: 2239m – Difficolta: PD-

Salita al Monviso in due giorni: partenza da Castello frazione di Pontechianale, Valle Varaita (1608mt slm).

Posteggiate le auto nei pressi del rifugio Alevè e caricati gli zaini in spalla abbiamo iniziato la nostra salita, inoltrandoci per il sentiero che porta al vallone di Vallanta.

Dopo qualche km si incontra il bivio per il bivacco Boarelli, presso le Forciolline (2200mt).

 

Bivacco-Boarelli
Bivacco-Boarelli

 

Il primo giorno si conclude qui: abbiamo bivaccato in 30 persone (il bivacco ne contiene c.a 15) e dormito praticamente nulla…un po’ per il caldo e un po’ per l’emozione dell’ obiettivo del giorno dopo!

Sveglia alle 4:00 del mattino: ci si alza e si parte per la grande ascesa. Passiamo fianco lago delle Forciolline e seguiamo i numerosi segni gialli, fino alla conca morenica (ove c’ era, un tempo, un ghiacciaio), dove ,andando verso destra, risaliamo una lunga rampa fino a giungere al prossimo bivacco.

E qui fermiamo: si tratta del bivacco Andreotti (3225m), che è utilizzabile solo per le emergenze. Ci sistemiamo fuori per una pausa e per rifocillarci un po’.

Ripartiti la via comincia ad essere molto più ripida: necessario posare i bastoncini ed indossare il casco.

 

Salita-ripida
Salita-ripida

 

Da questo punto in poi la difficoltà dell’ ascesa aumenta e i punti esposti sono molti: tra gli altri la guglia detta “Duomo di Milano” (3500m) e il passagggio detto “I fornelli” (difficoltà II+).

Con calma e grazie all’ aiuto di tutti gli amici raggiungiamo prima la cresta est, e proseguendo facilmente sul suo filo, raggungiamo finalmente la cima del Monviso, quota 3841mt alle 9:30: ed è un’emozione veramente unica!

 

Cima-Monviso
Cima-Monviso

 

Per la discesa si ripercorre la stessa via.

Siamo tornati al Bivacco Boarelli,pranzato… e ripartiti sulla via verso Castello.

Totale ascesa e discesa in due giorni 2200 metri.

 

Lascia un commento