Alla Rocca Barbena dal Giogo di Toirano

Una breve escursione sull’AVML . Alla bella zona boscosa iniziale segue l’aspetto dolomitico dell’ultimo tratto di salita. Dalla sommità, panorama vastissimo.

NOTE TECNICHE:

Partenza e arrivo: Giogo di Toirano (SV)

Dislivello:  350m

Tempo di percorrenza in salita: 2h circa

Difficoltà: E

Segnavia: segnali bianco rossi dell’AV – quadrato rosso

Itinerario

Dal valico del Giogo, seguendo i segnavia dell’Alta Via dei Monti Liguri, ci si inoltra sulla evidente carrareccia del versante ovest.

La si percorre per un breve tratto, sino ad incontrare la palina indicatrice di una deviazione a sinistra (“variante di sentiero”).

Si approfitta di quest’ultima che si inoltra nel bosco e, dopo aver incrociato  poco sopra la strada principale, taglia ancora ripida in salita sino a sbucare ad  un importante bivio, nei pressi del M.te Sebanco.

Si va a sinistra, in direzione del Colle dello Scravaion, seguendo sempre i segnali dell’A.V.

Si procede ora lungamente su una stradina che percorre, prossochè in piano, una bella e ombrosa faggeta.

Al termine di questa una leggera discesa porta al Colletto Banco (937 m), dove perviene altresì l’itinerario proveniente dal Colle Alzabecchi.

Una breve rampa conduce sulla panoramica dorsale erbosa, in prossimità delle prime contrafforti rocciose della Rocca.

Qui si incontra un bivio: a destra prosegue l’A.V. che raggiunge il Colle dello Scravaion, mentre a sinistra, in leggera salita, si svolge l’itinerario per la Rocca Barbena (segnavia “quadrato Rosso”).

Deviando su quest’ultimo, si entra in un boschetto e successivamente ad una dorsale alla base di contrafforti rocciose; si effettua quindi un ulteriore salitella che sfocia su di un “poggio” roccioso, molto panoramico.

Presso un successivo dorso erboso l’itinerario volge sul lato sud, attraversando nuovamente una zona boscosa,   sbucando quindi su aperta zona prativa dalla quale si può ammirare distintamente, la vicina vetta della Rocca. L’itinerario prosegue in leggera discesa, percorre poi un ulteriore tratto boscoso, aggira quindi a nord l’ultima contrafforte per effettuare un  breve e ripido tratto in salita che conduce alla sommità.

Il ritorno avviene per la stesssa via dell’andata.

 

a cura di MuntaeChinna Trekking  http://leo-trekking.blogspot.it/

 

 

Franco Leonuro
Informazioni su Franco Leonuro 7 Articoli
Appassionato di escursionismo e camminata sportiva. Gestisce il blog "Munta e Chinna Trekking"

Commenta per primo

Lascia un commento