Anello breve Fortificazioni di Vinadio VALLE STURA

Partenza e arrivo: Vinadio (CN)

Escursione bellissima, panoramica, facile e con limitato dislivello.

Lasciata l’auto al ponte di ferro lungo la strada provinciale 337 (ex militare) prima di Vinadio, si sale in bicicletta e si imbocca la strada asfaltata (verso ovest) che corre poco al di sopra del fiume Stura di Demonte e che risale verso Pratolungo. Raggiunto il paesino (con fontane) si inizia a pedalare in salita compiendo i primi tornanti su asfalto che conducono al santuario di Sant’Anna di Vinadio. Alla fine di questi, in località Puà, si abbandona questa strada per imboccare a sinistra una nuova stradina asfaltata (direzione Rif. Malinvern) che con iniziali pendenze impegnative porta a conquistare la base della diga di Rio Freddo. Poco prima di questa occorre deviare a sinistra, attraversare il torrente e percorrere l’ultimo tratto asfaltato. In corrispondenza di una piccola costruzione in cemento occorre deviare a sinistra su sterrato (consigliato fare una piccola digressione ancora su asfalto per osservare il lago).

Da qui inizia una spettacolare strada sterrata, ridotta in molti tratti a sentiero, ma che lascia immaginare l’estensione passata ben più importante. Con minime pendenze, tipiche di una strada militare, conduce attraverso un pendio misto fino alla Batteria del Serziera, il cui fossato ancora integro ne ha permesso una conservazione unica!

Dopo aver osservato la fortificazione e il panorama che la circonda occorre continuare in salita su sentiero fino alla Caserma difensiva della Sources, che non avendo il fossato è visitabile (tante ortiche in estate!!)

Sources
Sources

 

Superata questa con un ulteriore piccolo sforzo si continua a destra in salita (si imboccherà la strada di sinistra per la discesa) fino a raggiungere la postazione del Piroat (a 1400 m di quota). Da qui si torna fino alla Sources e si imbocca la militare in discesa che con pendenza costante ma fondo non sempre eccellente, conduce all’auto dopo oltre 6 km di discesa !

“PILLOLA” STORICA: la Batteria del Piroat presenta uno scavo di forma allungata denominato “Postazione di mortai in barbetta”. Questo nome insolito deriva dal fatto che lo sparo dei mortai andava a tagliare l’erba posta in prossimità del ciglio del fossato, andando a fare appunto “la barba”.

“PILLOLA GEOLOGICA”: l’intero percorso si snoda ai margini del Massiccio dell’Argentera. In particolare attraversa delle “migmatiti”, rocce che circa 300 milioni di anni fa (ben prima della formazione delle Alpi) si trovavano a circa 100 km di profondità e oltre 700° C.

Lunghezza: 15,5 km

Dislivello: 600 m circa

Scarica
Stefano Melchio - Valle Stura Adventure
Informazioni su Stefano Melchio - Valle Stura Adventure 30 Articoli
Valle Stura Adventure organizza escursioni guidate e moltissime attività per grandi e piccini, per principianti ed esperti. Scegli tu la tua avventura!! www.vallesturadventure.it

Commenta per primo

Lascia un commento