Anello Cicloturistico nella Langa del Barolo

Anello Cicloturistico nella Langa del Barolo

Cari amici cicloturisti, cercherò di esporre nel modo più appropriato quello che potrebbe essere un dei possibili percorsi (tra i tanti) per visitare i principali luoghi, tra castelli e colline di mirabili vigneti, nella zona del Barolo.
Il percorso che andremo a raccontare si sviluppa interamente su strada asfaltata. E’ indicato per la bici da corsa e per ciclisti con un certo grado di allenamento oppure si può affrontare facilmente in E-Bike.

1) Partendo dalla sede del nostro noleggio bici “Rent Your Bike – Langa del Barolo”, situato sulla provinciale SP3, che collega Alba con Barolo a Castiglione Falletto, ci dirigiamo verso Barolo.
Dopo 2 km, alla rotonda ai piedi delle collina dei Cannubi, voltiamo a sinistra percorrendo la vecchia strada che porta verso l’abitato di Barolo.
Dopo un breve strappo di salita ed alcuni tornanti, arriviamo nel paese.

 

Castello-Barolo
Castello-Barolo

Qui si possono visitare il Castello dei Marchesi Faletti e il suo famoso museo interattivo sulla storia del vino WI-MU.
A Barolo si possono anche visitare le antiche e prestigiose cantine di Borgogno e dei Marchesi di Barolo, per citarne alcune. Per chi lo desidera si possono degustare i migliori vini dei produttori locali presso l’Enoteca Regionale posta ai piedi del castello.
Proseguendo poi per Monforte d’Alba, si possono ammirare le distese di vigneti che affiancano la strada sia a monte che a valle.

2) Dopo un lungo tratto panoramico, ed uno strappo finale, si arriva a Monforte d’Alba.
Qui si ha la possibilità di visitare il caratteristico centro storico arroccato sulla parte più elevata del paese con le sue caratteristiche viuzze e le chiese.
Di particolare interesse possiamo citare:
il Museo Martina, Auditorium Horszowski, Chiesa parrocchiale della Modonna della Neve, Oratorio di Sant’Agostino e di San Bonifacio, Oratorio di Santa Elisabetta, Palazzo Scarampi, Torre Campanaria Cappella della Natività di Maria Vergine (detta anche Madonna delle Sette Vie)
Proseguendo la strada, ci dirigiamo in direzione di Roddino. Durante il tragitto potrete ammirare dall’alto tutta la valle sottostante e ammirare la vista dei castelli di Serralunga d’Alba e Castlione Falletto, che si ergono sulla sommità dei loro crinali a dominare la valle sottostante.
Raggiunto il bivio tra Roddino e Serralunga, si prende la strada a scendere verso valle.
Questo tratto di strada rappresenta a mio avviso uno dei più belli e caratteristici a livello paesaggistico di tutta la bassa langa mostrando il meglio del paesaggio costituito prevalentemente di vigneti ordinati in filari che disegnano perfette geometrie sulle colline.
Scendendo si percorrono i tornati che portano verso l’abitato di Serralunga d’Alba ove si erge maestoso il castello medioevale.

 

Castello-Serralunga-alba
Castello-Serralunga-alba

 

3) Arrivati qui è d’obbligo una visita al castello e al centro storico che si sviluppa in modo concentrico attorno ad esso. E’ consigliata una degustazione dei vini locali presso la cantina comunale o presso le cantine del posto sempre aperte (meglio se su appuntamento) a ricevere i turisti.
Da qui si scende a valle e si incontra la frazione di Baudana e ancora più a valle, verso Alba, si scorgerà sulla destra la famosa tenuta di Fontanafredda, magnifica tenuta vitivinicola appartenuta in passato al Re Vittorio Emanuele II, la quale era anche la sua tenuta di caccia estiva.

4) Proseguendo in direzione di Alba si può visitare il paese di Grinzare Cavour e il suo maestoso castello, appartenuto appunto a Camillo Benso, conte di Cavour.
Dopo un paio di chilometri ci troveremo in località Gallo e sulla destra la deviazione per Grinzane Cavour, Sinio e Diano d’Alba.
Due brevi tornanti e siamo arrivati al piedi del Castello che è anche sede dell’ Enoteca Regionale.
Una breve visita al castello e al centro abitato di Grinzane e si riparte.

5) Ritorniamo quindi sulla strada per Barolo, ma questa volta prendiamo la strada per il paese di Castiglione Falletto. Superato il bivio per Serralunga, ci troviamo al bivio per Castiglione Falletto, e dopo circa 3 km di salite e tornanti, ci imbattiamo in questo piccolo ma caratteristico comune della zona del Barolo dominato dal suo Castello Medioevale e attorniato da mirabili vigneti.
Da visitare qui sono sicuramente la Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo, il Castello (solo i giardini sono aperti al pubblico) e la caratteristica Cantina Comunale con tutti i vini dei produttori castiglionesi disponibili per un assaggio.

 

Affresco-bike
Affresco-bike

 

A questo punto abbiamo due possibilità: se siete stanchi e desiderosi di riposare, potete ritornare al punto di partenza (il nostro noleggio bici) passando attraverso la strada del Grosso, appena fuori il paese, che scendendo a valle permette la visione di stupendi vigneti.
Ritorniamo così sulla provinciale per Barolo in loc. Garbelletto. E voltando verso destra ci troveremo dopo un km circa la sede del nostro noleggio.

6) Se invece avete ancora benzina nelle gambe si può continuare il nostro tour in direzione La Morra, A questo punto, superata la frazione di Garbelletto possiamo avventurarci per l’ultima impresa della giornata: la scalata della salita di La Morra.

Durante il tragitto ci imbattiamo subito nella frazione di Annunziata, passate accanto alla chiesa della Santissima Annunziata, con campanile romanico e facciata barocca, che conserva significativi affreschi, mentre nelle adiacenti cantine dell’ex convento dei frati benedettini di Mercenasco è collocato il museo Ratti dei vini d’Alba.
Volgendo invece a destra, all’altezza dell’antica Osteria Veglio, si può raggiungere facilmente uno dei più noti monumenti naturalistici della zona: il famoso “Cedro del Libano” che domina la vallata sottostante dalla cima della collina ove sorge, nei pressi della tenuta vitivinicola di Cordero di Montezemolo.
Ritornando sulla strada per La Morra, affronteremo le curve i dolci tornanti che ci porteranno verso il centro abitato , situato in un punto molto panoramico a più di 513 m slm.
Degni di nota e da visitare sono la Torre campanaria, la Chiesa Parrochiale di San Martino, la Chiesa di San Sebastiano, la Chiesa di San Rocco nel concentrico e le Cappelle Campestri come la Cappella del Barolo, originale per la sua multi cromaticità, oltre che le varie Residenze storiche ed artistiche.
Dopo aver visitato La Morra abbiamo due possibili opzioni: o proseguire verso la frazione di Vergne e poi scendere a Barolo e fare ritorno al nostro noleggio, oppure proseguire verso Verduno e Roddi d’Alba, due incantevoli paesi della bassa langa albese degni di nota e con il loro bel castello in vista, pieni di storia e di notevoli punti panoramici assolutamente da non perdersi.

 

Roddi-bici
Roddi-bici

Una volta scesi ai piedi della collina di Roddi si prenderà la strada per Barolo per fare ritorno alla base.
Da parte mia spero che abbiate gradito questo giro cicloturistico che impegna l’intera giornata, adatto per tutti se utilizzate le bici elettriche e consigliato ai più allenati con la bici da corsa o da trekking.
Buone pedalate a tutti!
Alessandro per
Rent Your Bike

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento