Anello delle cascate del Pesio CUNEO

 

Partenza: Località Pian delle Gorre, Chiusa di Pesio (CN) (m. 1030)

Quota di arrivo: Pis del Pesio (m. 1435)

Tempo di percorrenza: 3 ore

Per me è la superclassica da inizio stagione, la passeggiata tranquilla adatta alle famiglie e a chi, con poco dislivello, può immergersi nel verde e nella natura e godere di uno spettacolo naturale davvero unico.

Il Pis del Pesio è sempre molto bello da vedere, anche se è un fenomeno tanto affascinante quanto temporaneo. Si manifesta solo alcune settimane l’anno (da aprile a maggio, a volte metà giugno) durante il disgelo. L’acqua sgorga da una parete verticale e compie un salto di 20 metri. E’ anche molto “dispettoso” poichè può manifestarsi solo ad alcune ore del giorno, per cui…buona fortuna!

Da Chiusa Pesio si sale fino alla Certosa e da qui si prosegue lungo una stretta via asfaltata fino al rifugio Pian delle Gorre.

Lasciata l’auto si può scegliere da dove iniziare l’anello: io personalmente preferisco salire facendo come prima tappa le cascate del Saut.

Dopo aver fatto il pieno d’acqua fresca alla fontana, si inizia il percorso salendo lungo una strada sterrata sulla sinistra del rifugio e in circa 20 minuti si arriva alle due fragorose cascate del Saut (m. 1215). Sempre molto belle da vedere, una la si può ammirare da un balcone di legno appositamente posizionato…quando fa caldo si ricevono volentieri gli spruzzi d’acqua!

Si ridiscende lungo il sentiero e si prosegue sulla sinistra attraversando una passerella di legno che attraversa il torrente, poi si comincia a salire (H10) in un bellissimo bosco di faggi e abeti. La salita è dolce, si respira a pieni polmoni in mezzo a tanto verde ed il fragore dell’acqua che non ci abbandona mai. Al termine del sentiero si giunge ad una radura dove le paline indicano di proseguire il sentiero sulla destra e si scende di nuovo nel bosco. La vista si perde negli alberi e nel bosco pulitissimo con la luce del sole che filtra tra i rami e rende i colori incantevoli. In poco tempo si giunge ad un bivio e si sale verso sinistra su un sentiero più ripido che porta alla parete del Pis.

Il rumore del getto d’acqua si fa sempre più forte, giunti alla meta non si può che rimanere ad osservare con il naso all’insù e, se ci si avvicina, bagnarsi con il vapore e le gocce che si espandono tutt’intorno. Dopo essersi persi in scatti da ogni angolazione, si ritorna sui propri passi e, al bivio di prima, si prosegue il sentiero nel bosco che scende verso Gias Fontana. Tutta discesa fino alla radura. Qui si volge lo sguardo verso sinistra e si ammira ancora una volta da lontano il Pis che esce dalla parete…sembra così piccolo! Un breve sentiero ci porta ancora ad ammirare la cascata per me più suggestiva, forse la più amata e fotografata…la sua portata d’acqua e il suo fragore sono scenici e intorno la vegetazione dà l’impressione che fuoriesacano le fate da un momento all’altro.

Ritornando poi dallo stesso sentiero da Gias Fontana si ridiscende percorrendo l’ultimo tratto in discesa, questa volta più stretto e costeggiando il torrente.

In questo periodo la portata d’acqua è spettacolare e si respira aria fresca e pulita. La valle Pesio, è per questo, una delle mie mete preferite da quando ero bambina.

Ultimi passi accompagnati dal rumore del torrente che si dirama a tratti in due versi. Si giunge infine sulla strada sterrata e si prosegue verso il Pian delle Gorre ancora per una mezz’oretta. Il nostro anello è terminato, come ogni anno…può sembrare ripetitivo, ma niente affatto noioso e sempre molto molto bello!

Pis del Pesio

Fotogallery

Pis
Pis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cascata-Gias-Fontana-1
cascata-Gias-Fontana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cascata-del-Saut-2-1
cascata-del-Saut-2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cascata-del-Saut-1-2
cascata-del-Saut

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chiara Magliano
Informazioni su Chiara Magliano 31 Articoli
Insegnante della scuola primaria. Amo la montagna, lo sport, le camminate a contatto con la natura. Mi piace immortalare con uno scatto le mie emozioni.

Commenta per primo

Lascia un commento