Anello di Levanto

Partenza ed arrivo: Levanto (SP)

 

Le gita tocca i Paesi di : Levanto, Fontona, Chiesanuova, Legnaro, Gallona, Pasti   ne, Lerici, Vignano Montale, Casella, Dosso, Groppo, Lavaggiorosso, Lizza, Fossato con ritorno a Levanto.

Punto di partenza la stazione di Levanto. Uscire dalla stessa dal lato nord e seguire la carrozzabile sino alla rotonda per le cinque terre. Seguire le indicazioni per Fontona con un sentierino che taglia la rotabile alcune volte, segnavia Rosso Bianco (uno dei pochi che troveremo. Fontona pare che tragga il nome dai numerosi corsi d’acqua ed era la via seguita dai pellegrini per raggiungere Soviore. Seguendo le indicazioni, per colla di Gritta (che poi dovremo abbandonare) si raggiunge la abbandonata chiesa della Madonna del Soccorso. Come detto, torniamo indietro per una centinaio di metri e prendiamo il sentiero 570 per Chiesanuova passando accanto ad una chiesa con un piccolo cimitero (tre croci) Con qualche attraversamento della strada asfaltata il sentiero ci conduce a Chiesanuova.

una-vista
una-vista

Tutti i paesi che toccheremo hanno una disposizione a schiera con case ai lati e strada centrale. Quasi tutte le abitazioni hanno ancora portali in Arenaria.

Le tracce del sentiero si perdono tra i rovi e per rotabile raggiungiamo Legnaro dove sorge la Chiesa di San Pietro del 1200 (il manufatto corse più bello dell’entroterra di Levanto) . A fianco della chiesa un sentiero che passa tra ulivi ci porta a Gallona sino a raggiungere Passo san Bartolomeo, dove troviamo l’indicazione per Pastine, Il sentiero qui è più pulito e ci porta in modo pianeggiante ad un vecchio Mulino e con una leggera salita siamo a Pastine. Per un sentierino a mezza costa raggiungiamo Lerici con un vecchio Mulino e Chiesa del 700.

mulino-a-doppia-ruota
mulino-a-doppia-ruota

Sotto la strada asfaltata troviamo il sentiero che ci porta a Vigna con chiesa trecentesca e bel portale di ingresso al paese. Da Vignale a Montale seguire la strada asfaltata in quanto i sentieri sono franati e non rimessi in opera. Montale ci offre una chiesa del 200 ed una Madonna Lignea del Maragliano oltre ad una bel panorama sull’intera vallata. Poco sotto la chiesa troviamo le indicazione del Cai per Casella . Una volta raggiunta tornare indietro per circa 100 metri e salire alla Frazione Dosso per una ripida scalinata. Quindi proseguito per asfalto sino a Groppo e quindi a Lavaggiorosso caratteristico paesino che segue la dorsale della montagna.

portale
portale

Risaliamo per le stradine di Lavaggiorosso sino a raggiungere il punto più alto. Seguiamo per 50 metri la strade ed al primo tornate troviamo i cartelli per Lizza che con una scalinata in pietra tra gli ulivi ci porta prima al Mulino di Lizza in ottimo stato di conservano e quindi a Lizza paese . A sud del paesino troviamo il sentiero che ci conduce a Fossato con il restaurato mulino. Giunti a Fossato seguiamo la rotabile ed arriviamo a Gottardo e quindi alla rotonda da cui siamo partiti.

Alcune considerazioni e consigli:

Acqua a volontà lungo il tracciato.

Sentiero da farsi con pantaloni lunghi per evitare spine e rovi.

Dalla descrizione la parte su sentiero non sembra molta ma non è così. Qualche tratto, è vero, va percorso su strada, ma è una minima parte rispetto all’intero percorso.

L’entroterra di Levanto, poco conosciuto è ricco di manufatti sia religiosi che agricoli (i Mulini ad acqua) degni di una maggior interesse.

Un vero peccato lo stato in cui versa gran parte di un simile dedalo di sentieri.( mi è capitato di trovare e scaricare una cartina di circa 15 anni  or sono ed ora introvabile se non sul sito del Comune in formato Pdf dal titolo il Labirinto ritrovato)che riporta però le vecchie numerazioni dei sentieri ora rinominati della Rete escursionistica Ligure che, a parte qualche sporadico cartello, non ha messo segnavia lungo i tracciati per i quali bisogna andare, mi si passi il termine, a naso. Non è una critica ma una consiglio: se qualche lungimirante amministratore mai leggerà queste note curi di più un simile patrimonio turistico\culturale. Nel filmato ho inserito alcune dei cartelli trovati lungo il tracciato di cui i rimando al Gps qui sotto.

Buona gita.

 

Scarica

 

 

 

Giovannino Giovine
Informazioni su giovannino giovine 49 Articoli
Giovannino Giovine

Commenta per primo

Lascia un commento