Asta soprana – VALLE GESSO

Partenza e arrivo: Terme di Valdieri (CN) – Lunghezza percorso : 17,8 km – Quota max : 2950 mt – Quota partenza : 1350 mt -Dislivello : 1600 mt-  Difficoltà : PD-

La cima, o meglio le cime dell’ Asta soprana sorgono sulla dorsale che divide i valloni della Vagliotta e di Lourousa, in alta Valle Gesso, dorsale che termina con la splendida Cima dell’Oriol.

Questa gita è indicata agli amatori delle zone selvagge, con itinerari da scegliere al momento e si può dividere in due tronconi netti.

Si parte dalle Terme di Valdieri e si risale il Vallone di Lourousa prima in un bellissimo bosco e poi entrando nel vallone fino a giungere al Lagarot (piccolo laghetto posto proprio davanti al famoso canalone) dove si possono vedere molte lapidi di persone decedute durante la salita al canalun.

Poco dopo il Lagarot, circa a 2300 metri di quota si abbandona il sentiero che sale al rifugio Morelli (scritta su pietra) e inizia la seconda parte della gita.

Canalone-di-lorousa-dalla-cima
Canalone-di-lorousa-dalla-cima

Si risale la pietraia avendo come obiettivo il canale posto proprio sopra, caratterizzato da un grosso masso incastrato.

Alcuni radi ometti e tacche sbiadite portano verso il canale; una volta entrati si supera il masso verso sinistra e si passa nel canale di sinistra (abbastanza ripido) che porta alla confluenza di tutti i canali a quota 2800 metri.

Cima-sud-est-e-oriol
Cima-sud-est-e-oriol

La cima nord-ovest è ormai ben visibile, non rimane che salire su grossi massi fino a giungere alla croce della vetta, quotata 2948 mt.

Davanti è posta la cima sud-est (la più alta) separata da una stretta forcella e dalla cresta; si scende sulla forcella e si attacca la cresta, tenendosi sul lato Vagliotta, percorrendo alcune strette cenge che riportano sulla dorsale.

Cresta-aerea
Cresta-aerea

Questo è il tratto più impegnativo, la cresta è davvero molto esposta su entrambi i lati e va percorsa con molta attenzione… il tratto più ostico proprio sotto alla croce della cima sud-est.

Grandissimo panorama dalla cima… la vista spazia fino alla pianura e soprattutto alla vicinissima serra dell’Argentera.

Per la discesa si possono seguire alcune tacche sbiadite che dalla cima sud-est riportano al canale di salita, circa 200 metri sotto alla cima; questa discesa è più agevole che ripercorrere la cresta.

Asta-sottana
Asta-sottana

Questa gita è una delle meno frequentate della zona…vuoi per la mancanza di tracciato e vuoi per la ripidità del percorso: circa 800 metri da farsi lungo ripidi canali.

Consiglio di farla assolutamente con tempo bello e soprattutto con moltissima cautela nel tratto di cresta.

 

Scarica
Massimo66
Informazioni su Massimo66 31 Articoli
Non ci sono molte cose da raccontare. Dopo anni passati a girovagare tra le montagne in bicicletta sono diventato un escursionista , ma sempre con il gusto della scoperta.