Da Camogli a Santa Margherita GENOVA

Usciti dalla Stazione di Camogli dirigersi verso la Stazione dei Carabinieri ed imboccare Via Gentile.
Seguire le indicazioni per San Rocco di Camogli raggiungibile per una bella scalinata tra orti ed uliveti.
Quasi alla destra in una panetteria storica fa bella mostra di sè la tipica focaccia.

Ancora una decina di gradini e si raggiunge il Sagrato di della Chiesetta di San Rocco di Camogli, dove possiamo ammirare la locale Chiesa.
Dal piazzale (presenza di acqua) ci attende una vista del golfo ligure con panorama che, nelle belle giornate, arriva, fin sui monti del Cuneese.

Giunti che siamo, aggirare la Chiesa di san Rocco sulla destra e per sentiero contrassegnato da un cerchio rosso raggiungere , lungo la Via Crucis in piastrelle donate dagli abitanti, località Gaixella, ben individuabile per i vistosi ripetitori della RAI (presenza di Acqua). Volgiamo a destra e percorsi pochi metri troviamo, ben segnalato, il sentiero per il Semaforo Vecchio, ora postazione antincendio dove troviamo un grandioso ed inaspettato terrapieno e numerose panche.

Volgiamo quindi a destra e prendiamo un sentiero con indicazione località Toca Una volta percorso, troviamo un incrocio con un sentiero e prendiamo quindi il ramo che segue a sinistra per località Toca. Una volta raggiunta località,  le indicazioni ci guiderebbero per un facile sentiero al Semaforo Nuovo, ma prendiamo a destra un piccolo tracciato con l’indicazione Avvistamento Faunistico e Manufatti Bellici. Troveremo quindi un bunker e proseguendo ci agganceremo al sentiero principale contrassegno con un triangolo rosso che ci porta al Semaforo Nuovo, vecchio faro ora adibito a postazione antincendio.

 

Dal piazzale del faro si apre una ampia vista su tutto il golfo ed a sinistra appare sulla cresta la Torre Saracena a custodia, un tempo, di San Fruttuoso, mentre proprio sotto di noi risulta evidente un Bunker con Corpo di Guardia. Torniamo sui nostri passi a giunti in località Toca prendiamo il sentiero contrassegnato con un triangolo rosso che ci conduce, sovrastando Cala dell’Oro e San Fruttuoso, a Pietre strette importante crocevia del Parco. Quest’ultimo tratto di sentiero è pressochè pianeggiante. A Pietre Strette ci atte  ndono alcune panche ed una fontanella di acqua potabile. Ci incamminiamo con direzione Olmi -Portofino seguendo un facile sentiero contrassegnato da un quadrato rosso. La traccia è molto larga ed agevole.. Giunti quasi a Località Olmi, ben visibile per alcune case, alla nostra destra vi è il bivio per la valle del Mulini che dobbiamo imboccare in quanto si raccorda con il sentiero contrassegnato con una croce rossa che ci porta alla Cappelletta della Gave e quindi alla Madonna della Neve. Ivi giunti proseguiamo sino a giungere, sempre per scalinata e sentiero, a Santa Margherita Ligure. Chilometri 12,77, gita facile con presenza di acqua e bei panorami.

 

Scarica

 

 

Fotogallery

 

Madonna-della-Neve
Madonna-della-Neve
Cappelletta-delle-Gave
Cappelletta-delle-Gave

 

 

 

 

 

Giovannino Giovine
Informazioni su giovannino giovine 49 Articoli
Giovannino Giovine

Commenta per primo

Lascia un commento