Colle della Battagliola e Punta del Cavallo – VALLE VARAITA

Partenza e arrivo: borgata Chiesa, Sant’ Anna di Bellino, Casteldelfino (CN) – Lunghezza: 10km – Dislivello: 855m – Tempo percorrenza: 3 hrs ca senza le soste

Accesso: si risale la Valle Varaita fino a Casteldelfino; subito dopo il paese, sulla sinistra, svoltare per il Vallone di S. Anna di Bellino e proseguire fino alla Borgata Chiesa: punto di partenza è la fontana con Madonnina sulla destra, a pochi metri è presente il cartelo GTA Sentiero U63

Il Vostro affezionato Caporedattore, date le vacanze natalizie, ha bisogno di staccarsi una mezza giornata dal pc… cosa c’è di meglio per resettare anima, mente e corpo se non una bella ciaspolata col fidato “Tasso”, superappassionato di montagna?

Puntiamo ad una bella cima in Valle Varaita, Punta del Cavallo e, arrivati a Borgata Chiesa, in realtà decidiamo subito di lasciare le ciaspole nel baule dell’ auto, vista la scarsità di neve (sic!) che, aguzzando lo sguardo, si intuisce anche a quote alte.

Il nostro itinerario parte infilandosi subito in mezzo ad alcune bellissime baite ristrutturate ed elevandosi immediatamente: prendiamo quota sotto lo sguardo del magnifico Pelvo d’ Elva e attraversiamo alcune grange: Dell’ Alp e Espeireà, sempre su uno stretto e antico sentiero costeggiato di tanto in tanto da magnifici muretti a secco…. Mi riprometto di percorrerlo, ovviamente in discesa, anche in MTB, una volta che arrivi la bella stagione!

Dopo le ultime grange sopra citate, il sentiero si ricongiunge con la strada sterrata che parte circa 1,5 km sopra il nostro punto di partenza. Proseguiamo a destra seguendo la sempre ottima segnavia e man mano che risaliamo, comincia ad esserci un po’ di neve, scarsa in altezza e comunque già battuta: ciaspole completamente superflue oggi.

Ora, risalendo con lunghi tornanti, il panorama si allarga e la vista è splendida ovunque ci si volti.

Giunti al Colle della Battagliola, il Re di Pietra  appare all’ improvviso: gigantesco, scuro, minaccioso e magnetico allo stesso tempo. Restiamo senza parole ad ammirare.

La croce di Punta Cavallo è vicina, sulla nostra sinistra: risaliamo gli ultimi metri e giungiamo, a quota 2290m.

Luogo della memoria (targa storica) delle battaglie tra franco-ispanici e piemontesi… oggi è un luogo di pace assoluta, da dove è facile ed immediato individuare Pontechianale e la sua diga.

Ritorno per la via d’ andata.

 

Scarica

 

Fotogallery

fontana-partenza
fontana-partenza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

belle-baite
belle-baite

 

 

 

 

 

 

 

grange-dell-alp
grange-dell-alp

 

 

 

 

 

 

 

grange-espeirea
grange-espeirea

 

 

 

 

 

 

 

alba-splendida
alba-splendida

 

 

 

 

 

 

 

piu-neve-ora
piu-neve-ora

 

 

 

 

 

 

 

colle-battagliola
colle-battagliola

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

punta-del-cavallo
punta-del-cavallo

 

 

 

 

 

 

 

eccolo-il-re
eccolo-il-re

 

 

 

 

 

 

 

fatica-ripagata
fatica-ripagata

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Marco Revelli
Informazioni su Marco Revelli 68 Articoli
Caporedattore Nakture, Accompagnatore Cicloturistico per la Regione Piemonte, sposato con Elena e padre di Lorenzo e Letizia, amo l' outdoor e la montagna.

Commenta per primo

Lascia un commento