Cravanzana, Super Groppo, Ciapin e Boragni da Base Nato MTB – FINALE LIGURE

 

Partenza: Finalborgo (SV)
Lunghezza: 39 km
Dislivello: 1048 m
Tempo: 5 hrs circa, pause non incluse
Difficoltà:
-salita: MC
-discesa: BC+

Nonostante l’inverno secco e mite [gen 2018, ndr], la MTB in quota nelle varie vallate è preclusa causa le rigide temperature mattutine… quindi è impossibile resistere al richiamo della Liguria, che invita a “svernare” sui fantastici percorsi di Finale Ligure.
Luogo che ormai non ha più bisogno di presentazioni, tuttavia l’itinerario in questione è assai originale e frutto della profonda conoscenza dei percorsi da parte di due bikers locali che gentilmente ci accompagnano in questo bellissimo giro ad anello.
Sarà quindi fondamentale seguire attentamente la traccia gpx riportata a fondo articolo, considerato il dedalo di sentieri di discesa che si andranno a incrociare.

Parcheggiate le auto a Finalborgo, imbocchiamo, vicino alla porta d’ accesso verso Finalpia, la via asfaltata con indicazione Orco Feglino: la salita è la medesima che troverete in QUESTO ARTICOLO riguardante, però, altra e diversa discesa.
L’obiettivo è quindi la “mitica” Base Nato, luogo di partenza di molti itinerari, che raggiungiamo dopo 17 km di asfalto e di temperature man mano sempre più miti: per fortuna oggi, oltre al bel sole, non spira un filo di vento. Durante la salita, incessante, il viavai dei furgoni che trasportano mountain bike più votate alla discesa: noi optiamo per salire con la forza delle nostre gambe.

Eoliche-e-Base-Nato-in-lontananza
Eoliche-e-Base-Nato-in-lontananza

Le pale eoliche, i vari graffiti e, lontano, il Monviso sono il ben noto contorno alla nostra pausa pranzo: il sole è caldo, la compagnia divertente… e il tutto ci invita a goderci questo luogo, surreale ma ormai familiare al tempo stesso.

Bighe-e-graffiti
Bighe-e-graffiti
Particolari-Base-Nato
Particolari-Base-Nato

I nostri amici locals hanno preparato per noi un mix di diverse discese davvero entusiasmante: Cravanzana, Super Groppo, Ciapin e sentiero Orco-Boragni.

Ci dirigiamo verso il fondo del piazzale della base, ove partono diversi itinerari: è necessario però non scendere, ma imboccare il sentiero in salita a sinistra, che con una breve rampetta ci porta in un bel boschetto.

Risalita-verso-Colla-Cravarezza
Risalita-verso-Colla-Cravarezza

Un passaggio tecnico e un bel saliscendi ci porta velocemente alla Colla Cravanzana, ove parte, a destra, l’omonima prima discesa, caratterizzata da alcuni passaggi su rocce e repentini cambi di pendenza: partenza di fuoco!

Inizio-discesa-Cravarezza
Inizio-discesa-Cravarezza

Giunti con un veloce toboga finale ad una sterrata, imbocchiamo quest’ultima: si tratta dell’Alta Via dei Monti Liguri, perfettamente segnalata. Mantenendo la destra ai successivi bivi in salita e continuando a pedalare in leggera discesa seguendo le tacche AV, arriviamo alla Colla di San Giacomo, luogo di incrocio di vari itinerari e punto panoramico con vista mare.

Colla-San-Giacomo
Colla-San-Giacomo

Sempre su sterrato, è necessario tenere la via principale lasciando alla propria destra i tavoli da pic-nic e al successivo bivio prendere a sinistra, fino ad un albero marcato con due pallini blu: qui abbandoniamo lo sterrato che va a sinistra e imbocchiamo di fronte a noi la seconda discesa, il Super Groppo.

Il single-track alterna passaggi tecnici su roccia e tratti veloci e scorrevoli, incrociando alcune volte una sterrata: questo è uno delle percorsi “storici” e si notano subito le sue caratteristiche di discesa naturale e meno “preparata”; ma non per questo esso è banale o meno divertente.

Super-Groppo
Super-Groppo

Giunti in prossimità di località Croce del Savio, abbandoniamo il sentiero del Groppo ormai giunto agli ultimi metri, per un nuovo cambio di percorso.

Si tratta del sentiero Ciapin: alcuni saliscendi in cresta con vista mare, una veloce toboga e un lungo traverso panoramico sono le sue fantastiche caratteristiche!

Single-track-Ciapin
Single-track-Ciapin

Giunti ad Orco, si imbocca la viuzza asfaltata fianco cimitero (palina sentiero natura) che in breve diventa sterrata e poi single-track: eccoci alla quarta e ultima discesa odierna: il Sentiero Orco-Boragni.
Velocissimo e scorrevole (occhio alle canaline scavate dall’ acqua!) soprattutto grazie alle cunette e dossi nella parte finale, è da percorrere con prudenza, dato che non è riservato alle sole mountain bike.

Sentiero-Orco-Boragni
Sentiero-Orco-Boragni

Dopo un ultimo tratto su rocce ferme pedaliamo, infatti, in una zona circondata da falesie e incrociamo diversi climbers a piedi.

Falesie, riuscite a vederlo lo spider-man?
Falesie, riuscite a vederlo lo spider-man?

Due curve ancora, ed eccoci sull’asfalto di Boragni: seguendo il bitume in discesa giungiamo a Finalpia e da qui alle auto.

Giro strepitoso su alcune delle discese meno antropizzate nello “spot Finale” !

 

Scarica

 

Marco Revelli
Informazioni su Marco Revelli 68 Articoli
Caporedattore del portale Nakture, sposato con Elena e padre di Lorenzo e Letizia, amo l' outdoor e la montagna.. appassionato di snowboard da una 15cina di anni e innamorato della MTB da qualche anno!

Commenta per primo

Lascia un commento