Fiera di San Simone Bubbio ASTI

Fiera di San Simone Bubbio ASTI

La tradizionale e secolare Fiera di San Simone che si tiene a Bubbio ad ottobre ha avuto la solita buona partecipazione di pubblico: la giornata soleggiata e la temperatura mite hanno dato una mano agli organizzatori impegnati nella preparazione e svolgimento della antica manifestazione.

Il senso primario dell’evento è duplice, da una parte il ribadire l’attaccamento emotivo della popolazione locale per la propria storia, costumi e tradizioni del passato e dall’altro la contemporanea rievocazione e valorizzazione della cultura ed esperienza basate sull’agricoltura, allevamento ed artigianato che da sempre hanno caratterizzato la vita lavorativa e produttiva di queste zone.

Zucca-gigante
Zucca-gigante

 

Davvero numerosi gli intrattenimenti e punti di richiamo proposti non solo sulla mitica piazza del pallone ma lungo tutto il borgo storico del paese a partire dall’entrata nel paese dove erano allestiti gli ormai tradizionali carri con le zucche,tipici ortaggi di stagione, presenti in svariate qualità, dimensioni e caratteristiche forme.

Subito dopo le caldarroste cotte sul fuoco nelle speciali padelle bucate ed appese al palo. Nelle immediate vicinanze la gara del “peso della zucca” con ricchi premi in scaletta per coloro che più si avvicineranno al peso effettivo del gigantesco ortaggio (quella della passata edizione toccava i 2 quintali). Pochi metri più in giù i banchi dove i bambini della scuola materna e delle elementari propongono i loro caratteristici ed interessanti lavori didattici.

Mostra-micologica
Mostra-micologica

 

Tutt’intorno bancarelle di merce varia di ogni genere con una particolare attenzione ai prodotti alimentari tipici locali come salumi, formaggi, confetture varie, miele e nocciole ecc. Nei pressi della sede del cortile della scuola elementare rievocazione della trebbiatura del granoturco con una delle prime macchine realizzate a movimentazione con trattore (rigorosamente d’epoca a testa calda).

Altre bancarelle a doppia fila sembrano convogliare i visitatori sotto gli antichi portici del paese dove si svolgeva grazie alla collaborazione del Gruppo Camisola di Asti l’undicesima mostra micologica con quasi 200 qualità diverse di funghi,un vero spettacolo per gli appassionati e non.

Ed ancora,nella magnifica sala dell’ex Confraternita dei Battuti la bellissima mostra pittorica “La musa nascosta” dell’artista Claudio Zunino , a tutti gli effetti oramai bubbiese di adozione,

Sempre molto gettonate le focacce e le pizze cotte nei caratteristici forni a legna dalla Proloco

Immancabile ovviamente la musica con il gruppo “bandarotta fraudolenta band”, un gruppo che oltre alla bravura spicca per originalità, simpatia ed accattivante “follia”.

Band-in-action
Band-in-action

 

Grande partecipazione al pranzo della Saoms che ha ottenuto un meritato successo con i suoi piatti tipici della fiera come la carne cruda accompagnata da “bagna cauda”, la torta di zucca (non poteva mancare), la trippa in umido, i cotechini con i crauti, le costine con i ceci, la robiola di Roccaverano ed ovviamente ottimi vini locali.

 

Bestie-da-soma
Bestie-da-soma

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento