La Borgata fantasma di Costa di Soglio – CHIAVARI MTB

 

PARTENZA E ARRIVO: CICAGNA, CHIAVARI (GE) – LUNGHEZZA: 17 km – DISLIVELLO: 650 m – DIFFICOLTA’: MC (salita), BC+ (discesa)

Anello breve ma intenso e ricco di fascino.

Si parte dal comodo parcheggio presso la chiesa di Monleone (Cicagna) e si segue la strada principale verso valle, fino a raggiungere le indicazioni a sinistra verso Soglio. Si sale con moderata pendenza tenendo sempre la strada principale.

Poco prima di Costa di Soglio, in corrispondenza di una tornante a sinistra, ignorare la deviazione e proseguire dritto in piano fino alle case di Casareggio.

Vista su Chiavari
Vista su Chiavari

Da qui la strada diventa sterrata e dopo una breve discesa si riprende a salire, accompagnati da una spettacolare visuale sul mare di Chiavari.

Dopo l’ultimo tornante e l’ultimo tratto sotto le pendici del monte Bello, si perviene ad un incrocio di molte vie.

Di fronte a noi il monte Mignano raggiunto dall’evidente sentiero in salita.

Crocevia in cima alla salita
Crocevia in cima alla salita

La nostra via però si svolge sul sentiero in discesa che parte verso ovest (quello in salita porta al monte Bello) e che diventa subito tecnico a tratti. Si transita fra boschi di castagno e prati accanto ad antiche abitazioni, fino a raggiungere la meta di oggi, la borgata fantasma di Costa di Soglio, dove il passato sembra essere congelato. Abiti appesi, porte socchiuse, posate e suppellettili varie rendono l’ambiente quasi spettrale.

Suggestivo passaggio fra le case
Suggestivo passaggio fra le case

 

Dopo una doverosa visita fra le case, occorre proseguire mantenendo la dorsale montuosa.

Una delle case visitabili
Una delle case visitabili

Il sentiero ricco di gradini permette di perdere quota fino a raggiungere di nuovo la strada. Quattro tornanti in discesa, dopodichè si imbocca in sentiero sulla destra (in salita) che ci riporta sulla dorsale fra ulivi e case abbarbicate agli spogli pendii. La discesa prosegue su questo sentiero che a tratti taglia la strada della salita, fino a ritornare a Pian dei Ratti. Raggiunta Pianezza su strada asfaltata si consiglia di proseguire sulla ciclovia dell’ardesia, fino ad un suggestivo ponte di legno, da attraversare per tornare alla partenza.

 

Scarica

 

Stefano Melchio - Valle Stura Adventure
Informazioni su Stefano Melchio - Valle Stura Adventure 30 Articoli
Valle Stura Adventure organizza escursioni guidate e moltissime attività per grandi e piccini, per principianti ed esperti. Scegli tu la tua avventura!! www.vallesturadventure.it

Commenta per primo

Lascia un commento