Da Moneglia al San Nicolao 845 mt slm

Partenza ed Arrivo Moneglia (GE)

Il Monte San Nicolao si trova alla spalle del Passo del Bracco, sul crinale che sale tra i paesi di Moneglia e Deiva Marina.

L’idea originale era quella di partire da Deiva Marina, seguire il sentiero Verde Azzurro che unisce questa località con Moneglia ed a quota 289, incrociare il sentiero contrassegnato da quadrato rosso che sale al Monte Crocetta e prosegue sino alla vetta del Monte San Nicolao, metri 845 slm.

Un repentino cambio di programma, del quale farò cenno nella descrizione, mi fa partire da Moneglia, anche per visitare il paesino di Lemeglio. La direzione è quindi Moneglia Deiva Marina con incrocio a quota 289.

Mi reco quindi a Moneglia e raggiungo il lungomare con direzione levante.

Si perviene quindi alla rotonda che porta a Lemeglio e si prende la scalinata di fronte a noi (tutto ben segnalato con quadrato rosso.)

Si guadagna quota sino ad incrociare la strada che si segue per un centinaio di metri e porta alla Piazzetta di Lemeglio, caratteristico paesino rivierasco con una bella Parrocchiale e Sagrato in risseu di foggia ligure. Proseguo nel paesino sino a raggiungere la biforcazione che mi interessa.

A destra dovrei raggiungere quota 289 seguendo il sentiero per Deiva marina ma un cartello ed un cancello mi segnalano che il sentiero è franato e per ordinanza, viene imposto di provvedere ad un improvviso cambio di sentiero, ma non di programma.

Dovrò seguire una vecchia traccia che sale al Monte Incisa ( che in ogni caso avrei dovuto raggiungere, su un sentiero contrassegnato con una riga orizzontale da un pallino blu).

Faccio presente che, sebbene abbia prestato la massima attenzione di questi segnavia ne ho trovato solo tre. Non importa .

Sapendo che il Monte Incisa si trova sul crinale, immagino, con ragione, che il sentiero percorso si agganci al quello che avevo intenzione di percorrere.

Infatti, tenendomi alto, seguendo quello che pare un sentiero e controllando il crinale sbuco sul sentiero contrassegnato con un quadrato rosso. Sono a cavallo. Per un bel crinale raggiungo il Monte Incisa, da cui si intravede il San Nicolao ed il sistema montuoso Pietra di Vasca. Il sentiero prosegue in leggera salita senza sbalzi di quota sino a raggiungere un crocevia di sentieri per le frazioni di Mezzema e Comeglio.

Proseguiamo diritti con il nostro quadrato rosso giungendo il località Cà Marcone attraversata dall’Aurelia. Di fronte a noi il sentiero prosegue in forte pendenza, per poi riprendere con salita costante sino a Località Baracchino. La traccia ora scorre per un centinaio di metri parallela all’Aurelia senza mai attraversarla. Il segnavia diventa una croce rossa da seguire per non finire sulla Pietra di Vasca (che presenta difficili passaggi di roccia o sul vecchio sentiero in parte franato).

Dapprima sul lato esposto al sole e poi in un riposante bosco di Castagni raggiungiamo degli scavi archeologici. Infatti il sentiero da noi percorso segue un’antica traccia di epoca romana. Aggiriamo l’area degli scavi a sinistra per incrociare uno sterrato e ritrovare il nostro quadrato rosso, oltre alla croce rossa e due quadrati rossi che ci conducono sul monte San Nicolao.

La vista è superba, rovinata solamente dalla selva di antenne e ponti radio che sovrastano la sommità del monte.

Il sentiero è ben segnalato tranne nel tratto iniziale ma con un minimo di logica e non è difficile trovare la traccia.

Acqua solo a Lemeglio e in località Cà Marcone ho intravisto un bar\ristorante(?)

Nel filmato ho cercato di riportare gran parte dei segnavia e della segnaletica incontrata per rendere più agevole il percorso per chi volesse ripercorrere questa gita lunga 20,76 km andata e ritorno.

 

Fotogallery

Lemeglio-1
Lemeglio
Dal-Monte-San-Nicolao-1
Dal-Monte-San-Nicolao

 

 

Giovannino Giovine
Informazioni su giovannino giovine 49 Articoli
Giovannino Giovine

Commenta per primo

Lascia un commento