Monte Jurin anello sulla dorsale Pesio-Vermenagna

Partenza e arrivo: località Pian delle Gorre, Chiusa di Pesio (CN) – Lunghezza percorso : 17,9 km – Quota partenza : 1024 mt – Quota max : 2192 mt  – Dislivello : 1460 mt.

Quando il mese scorso avevo compiuto una gita in questa zona già nella mia mente malata di montagna si stava formando l’idea di un prossimo itinerario da compiere…ed oggi è arrivato il momento di metterlo il pratica.

Partenza come sempre dal pian delle Gorre che al mio arrivo è completamente deserto…sarà che sono le 6.30 della mattina.

Dal bel pianoro si segue la sterrata con destinazione gias Fontana e pis de Pesio, meta affollata in questo periodo.

Arrivato al gias Fontana devio verso destra seguendo un bel sentiero (palina gias Vaccarile-passo Baban) che con molti tornanti risale un fitto bosco ed esce poco sotto al gias Vaccarile sottano (quota 1460 mt circa).

Qui si incontra un bivio, prendo il ramo di sinistra che con un lungo traverso si porta sotto bellissime pareti rocciose che con le nuvole basse di questa giornata danno un aspetto suggestivo al percorso.

Il sentiero arriva al passo Baban (palina) dove da sinistra riceve il sentiero che arriva dal passo del Duca.

quasi-al-passo-baban
quasi-al-passo-baban

Io svolto a destra, oltrepasso il gias Ortica e risalgo i pendii erbosi per arrivare al colle del Carbone. Qui la sorpresa della giornata, una bella viperella proprio nel mezzo del sentiero, che più spaventata di me si nasconde come può nella bassa erba dandomi il tempo per qualche fotografia.

Dal colle del Carbone (1929 mt) mi coglie la voglia di cime (io la chiamo puntite) e compio una rapida salita sulla prima cima di giornata; il bric bassa del Carbone.

Purtroppo la visibilità non è ottimale e solo a tratti riesco a vedere le cime vicine, soprattutto le magnifiche pareti delle rocce del Cros.

appare-la-cima-della-fascia
appare-la-cima-della-fascia

Ritornato al colle scendo per qualche decina di metri e su un nevaio residuo mi porto verso sinistra fino ad arrivare sulla dorsale Pesio-Vermenagna, vicino alla cima più elevata del mio percorso; il monte Jurin.

Ora non rimane che seguire la facile dorsale, che con alcuni sali-scendi passa per la cima Baban e la punta Melasso , per arrivare al colle Vaccarile, poco sotto la punta Mirauda.

valle-vermenagna
valle-vermenagna

Dal colle si scende su prati passando al gias Vaccarile soprano e poco oltre al gias Vaccarile sottano e chiudere l’anello al bivio di quota 1460 mt. Persone incontrate: nessuna….camosci; tantissimi, qualche marmotta e una vipera… direi che per oggi è abbastanza. Al gias Fontana incontro il mondo, tutti diretti al pis del Pesio e alle cascate del Saut.

Tutto sommato è stato un bel giro… nonostante il meteo non fosse dei migliori; la gita non presenta difficoltà, il percorso è tutto segnato benissimo con paline indicatrici e tacche, ma va comunque fatto con tempo buono.

 

Scarica

 

Massimo66
Informazioni su Massimo66 31 Articoli
Non ci sono molte cose da raccontare. Dopo anni passati a girovagare tra le montagne in bicicletta sono diventato un escursionista , ma sempre con il gusto della scoperta.

Commenta per primo

Lascia un commento