MUSEO DEI VECCHI MESTIERI di San Rocco di Bernezzo

A San Rocco di Bernezzo è stato inaugurato nell’aprile 2014 il MUSEO DEI VECCHI MESTIERI alla presenza di autorità e di centinaia di visitatori: dove prima c’era un magazzino ora c’è un mondo da scoprire.

Si resta davvero impressionati innanzi alla vastità dell’ambiente e alla quantità di oggetti esposti.
Padre e figlio, Costanzo e Marco Massa, carrozzieri di Bernezzo, accomunati dalla medesima passione, hanno raccolto per venticinque anni strumenti e macchinari d’altri tempi, girando per le campagne non solo del Cuneese ma di tutt’Italia.
Con competenza, pazienza e tanto lavoro hanno restaurato e reso nuovamente funzionanti strumenti che appartengono ad un passato che, senza questa immane fatica, non avremmo potuto conoscere più.
Il signor Costanzo accompagna nella visita spiegando di ogni oggetto la provenienza, l’utilizzo, il grande lavoro di restauro che vi è dietro. Mostra orgoglioso le fotografie del “pezzo” prima quando era stato trovato e dopo funzionante come nuovo.
Sono stati 25 anni che hanno richiesto impegno non solo di tempo ma anche economico, però la soddisfazione è davvero grande e lo si vede dall’espressione felice che ha quando mette in funzione i suoi macchinari. E poi, racconta Costanzo Massa, vengono le scolaresche in visita ed è incredibile quante domande facciano i bambini …”a cosa serve, che cos’è….come mai….” Che vorrebbero toccare tutto e sapere ogni cosa. E’ un piacere vederli sorridenti e affascinati dal racconto di come si viveva e si lavorava una volta. A tutti, a fine percorso, viene donato un attestato di visita, un’idea davvero simpatica e originale per ricordare e magari invogliare altri a venire a vedere questo incredibile museo. La visita tra l’altro è gratuita e se si vuole si può contribuire con un’offerta.
Costanzo accarezza i suoi macchinari con amore, si preoccupa se dal soffitto cade qualche piuma dei passerotti che si intrufolano nel capannone. Preziosi e “appetibili” paioli in rame sono appesi in alto alle pareti…..la precauzione non è mai troppa.

Il viaggio nel grande magazzino di 500 metri quadri segue un percorso tematico : si inizia dal lavoro agricolo con decine di aratri e gioghi in legno risalenti anche al 1700, macchinari del 1800 per la battitura del grano. E si susseguono i lavori da quello del fabbro con chiavi e incudini originali, del falegname con la prima sega circolare di Cuneo recuperata alla “Fratelli Laurenti”, del tipografo con una storica macchina di stampa a quello dei vigili del fuoco con due mezzi antiincendio del 1834 e 1920 recuperati a Reggio Emilia e a Roma . Vi sono attrezzi per l’allevamento dei bachi da seta, per il mestiere di casaro e anche per il “mestiere” di alpino.
E sono talmente tanti gli oggetti presenti che è praticamente impossibile farne un elenco, dietro ogni cosa, anche la più piccola, c’è una storia, c’è il racconto di come si viveva un tempo.

Il Museo è aperto sabato e domenica pomeriggio, gli altri giorni su prenotazione (Tel +393470372171) e si trova a
San Rocco di Bernezzo, via Cuneo 50.

[button url=”https://nakture.com/piemonte/wp-content/uploads/sites/45/2015/01/museo-antichi-mestieri-s-rocco-bernezzo.gpx” color=”green” size=”mini” target=”_self”]SCARICA LE COORDINATE[/button]

 

 

Fotogallery

museo mestieri 2
attrezzi-fabbro
museo mestieri 1
costanzo-massa
museo mestier 4
camion-pompieri