Paretina di Finalborgo (falesia) – FINALE LIGURE

 

Un giorno di gennaio scoprimmo per caso la piccola falesia di Finalborgo: eravamo in esplorazione, ma non intenzionati ad arrampicare, perlomeno non speranzosi, perché aveva da poco smesso di piovere. Passeggiando a caso seguimmo il sentierino che conduce alla base della falesia e non appena vidi la roccia asciutta implorai I. di tornare all’auto per prendere lo zaino con la corda e l’attrezzatura. In breve eravamo di nuovo lì. Ricordo che tentai una via di 6a+ incartandomi miseramente su un passaggio di placca con dei piccoli buchi, provai e riprovai a passare per non so quanto tempo e per certo minando la pazienza di chi, da sotto, mi faceva sicura… e povero anche il cane che era con noi, che di tanto in tanto guardava verso l’alto e piangeva. Alla fine mi calai e ce ne andammo. Che smacco. Autostima sotto le suole delle scarpette.

Nel mese di novembre 2018 ci allontaniamo da Cuneo per trascorrere un paio di giorni in quel di Finale, questa volta con l’intenzione di scalare. Non che tutto sia andato secondo i piani – anzi – ma nel ripiego da luoghi troppo sferzati dal vento e con l’ora di pranzo ormai prossima, trovandoci in quel di Finalborgo, io voglio prendermi una rivincita. Ecco che si torna al paretino. Non c’è nessuno: che pace! Superata quella placca su cui mi bloccai – che rimane non banale – mi resta da fare il resto della via, che non chiudo come vorrei, ma chiudo. Ancora una volta Finale mi bastona il morale. Torneremo di nuovo? Per il momento penso di avere almeno un’idea di questa piccola falesia e inizierò a presentarla qui.

Uno sguardo verso il mare
Uno sguardo verso il mare

Paretina di Finalborgo

Punto di partenza: Finalborgo (SV)

Difficoltà: da 5b a 6b+

Esposizione: Sud-Sudovest

Coordinate gps: N 44 19.630, E 8 19.423

Materiali: normale attrezzatura da falesia

Il paretino di Finalborgo osservato dalle Rocce di Orera, sul versante opposto della Valle Pora
Il paretino di Finalborgo osservato dalle Rocce di Orera, sul versante opposto della Valle Pora

Altre informazioni: questa piccola falesia di ottima roccia compatta è stata riattrezzata nel 2010. Vicinissima e comodamente raggiungibile a piedi da Finalborgo, ha iniziato ad essere più frequentata soprattutto nei mesi invernali, durante i quali prende il sole fino alle 14. L’arrampicata si sviluppa su un grado abbastanza uniforme tra il 6a-6a+, con movimenti tecnici su placca, muri verticali, tacche nette e buchetti, di tanto in tanto qualche passaggio poco intuitivo.

La paretina
La paretina

Avvicinamento: si parcheggia l’auto in uno dei parcheggi disposti fuori dalle mura di Finalborgo e si prosegue a piedi inoltrandosi nel centro storico. Da Porta Testa si percorre Via Nicotera per circa 95 metri e poi si svolta a sinistra in Via del Municipio. Percorrendola si giunge in una piazza (Piazza del Tribunale); si prosegue dritto lungo una stradina lastricata a mattonelle (Via Beretta; segnavia in vernice, due cerchi pieni rossi). Percorsi circa 300 metri si passa un’antica porta d’accesso, la Porta Mezzaluna, oltre la quale, proseguendo per altri 75 metri si giunge ad un tornante: si scavalca il muretto che lo delimita proprio nella curva, a sinistra, e si segue un sentierino che dopo poco curva e inizia a scendere fino presso un risalto roccioso (corda fissa) che si scende disarrampicando. Dalla base del risalto si prosegue costeggiando la parete per circa 50 metri, si risale una rampetta tra due alberi e si giunge alla base della falesia (avvicinamento: 10 minuti circa)

Nei pressi del tornante da cui stacca il sentierino che porta alla falesia
Nei pressi del tornante da cui stacca il sentierino che porta alla falesia

Vie:

Partendo da sinistra (nomi alla base delle vie un po’ sbiaditi):

1) Medcamalia, 18m, 6b+

2) Decimino, 12m, 5b

3) Sgrillettami, 21m, 6a+

In cima a "sgrillettami"
In cima a “sgrillettami”

4) Il labirinto, 21m, 6a

5) Il ragazzo con l’orecchino da pirla, 21m, 6a

6) Il mago di word, 20m, 6a+

7) Cussulè stu casinu, 20m, 6a

8)Tira dritto furbacchione, 20m, 6a

9) Ich habe einen bandwurm, 20m, 6a

Uno sguardo verso il basso dalla sosta de "il labirinto"
Uno sguardo verso il basso dalla sosta de “il labirinto”

 

Scarica

 

 

 

Stefania Lovera
Informazioni su Stefania Lovera 49 Articoli
Vive in Valle Stura. Da sempre ama la montagna, la passione aumenta negli ultimi anni con la pratica dell'alpinismo e dell'arrampicata. Ha un approccio spirituale alla montagna.

Commenta per primo

Lascia un commento