Rifugio Mondovì – VALLI MONREGALESI

Magica Valle Ellero!

La prima tappa del Gta porterebbe da Viozene al Rifugio Mondovì, ma in questo bel luogo si arriva velocemente anche da Rastello una borgata di Roccaforte Mondovì, ultimo centro abitato della Valle Ellero il cui nome deriva secondo i racconti dei montanari dal termine Rastel cioè recinto perché un tempo qui le case erano protette da una staccionata da lupi e orsi.

tramonto-e-ruscello
tramonto-e-ruscello

Una sera della scorsa settimana disperati dal troppo caldo siamo scappati qui a fare un po’ di fotografie al tramonto, come dicevo si sale in auto da Rastello seguendo l’unica strada asfaltata che risale la valle, superato la località Ponte Murato (1242 m) dopo un paio di km la strada diventa sterrata e occorre avere una macchina adeguata per superare che rimangono al pargheggio o in alternativa fermarsi un po’ prima.

La carreggiata risale per 7 Km passando sotto l’imponente parete est della Cima Cars fino a Pian Marchisio a 1645 m dove obbligatoriamente occorre lasciare l’auto.

bel-tramonto
bel-tramonto

Da qui si apre una bella vallata con una conca prativa adibita a pascoli in estate attraversata dalle sorgenti del fiume Ellero.

Attraversato questo splendido anfiteatro circondato da montagne si prosegue verso il margine superiore del pianoro dove con un dislivello di poco più di 100 m si raggiunge in breve con un sentierino verso destra il Rifugio Havis de Giorgio (1761m).

notturna-rifugio-mondovi
notturna-rifugio-mondovi

Il Rifugio di proprietà della sazione Cai di Mondovì fu costruito nel 1929 con il nome Rifugio Mondovì con il quale è ancora conosciuto a molti, successivamente dopo un ulteriore ampliamento fu dedicato a a Havis De Giorgio un alpinista monregalese morto da eroe nell’africa orientale nel 1939.

Nel 2008 lo stabile è stato completamente ricostruito, ora vanta ben 61 posti letto, un locale invernale, una cucina che sforna piatti tipici con ingredienti locali e un simpatico gestore che ci ha accolto a braccia aperte per cena.

Questa gita facile ma che regala comunque panorami mozzafiato su punta Havis De Giorgio e sulle Rocche del Pis, contrafforti della Cima delle Saline è l’ideale da fare con bambini al seguito anche se piccoli proprio per la semplicità e il dislivello modesto ma può essere anche una buona partenza per escursioni più impegnative come il giro del Marguareis o la traversata passando dal lago Biecai verso il rifugio Garelli.

Vi lascio il numero del Rifugio per informazioni e prenotazioni:
Mario Canavese
tel +39 335 5475807
tel rifugio +39 0174 65555

 

 

Lorena Durante
Informazioni su Lorena Durante 42 Articoli
Chi sono? Educatrice, appassionata di fotografia (vicepresidente di Mondoviphoto), e di montagna. Ho un accompagnatrice speciale nelle mie passeggiate: il mio malamute Anouk

Commenta per primo

Lascia un commento