Monte Maniglia – VALLE VARAITA

Difficoltà: EE – Esposizione: NE – Quota di partenza: 1882 – Quota vetta: 3177 – Dislivello totale: 1423 – Km percorsi: 16,760 – Ore percorrenza: 7,5 hrs

Partenza e arrivo: Sant’ Anna di Bellino

Si arriva con la macchina fino a Sant’ Anna di Bellino e si prosegue fino all’ultimo parcheggio (se si è fortunati a trovare ancora posti liberi) e da lì si inizia a salire seguendo il sentiero verso il Colle di Bellino.

Si raggiunge il Pian Ceiol inoltrandosi poi nella gola delle Barricate che si risale fino in cima.

Da lì si prosegue lungo il sentiero che costeggia il torrente percorrendo diversi saliscendi mai ripidi con magnifici paesaggi di flora estiva.

paesaggio-con-flora-alpina
paesaggio-con-flora-alpina

Dopo circa un paio d’ore di cammino si arriva alle Grange dell’Autaret sul fondo del vallone.

Da queste ultime si abbandona il sentiero per il colle di Bellino e si seguono le indicazioni per il Colle dell’ Autaret.

bivio-Colle-dellAutaret
bivio-Colle-dellAutaret

Poco più in alto si abbandona anche questo sentiero e ci si dirige verso sinistra seguendo le indicazioni per il Monte Maniglia percorrendo una pietraia fine e un po’ scivolosa, soprattutto percorrendola in discesa.

A questo punto il sentiero scompare ma è impossibile perdersi perchè la cima si trova proprio davanti a noi.

Si percorre un tratto di cresta con terra rossa argillosa,

terra-argillosa
terra-argillosa

poi di nuovo pietraia scivolosa fino a giungere alla cima sormontata da un grande “ometto” con dentro una madonnina.

Madonnina
Madonnina

Dalla cima si può godere di un magnifico panorama a 360°.

dalla-cima-monte-maniglia
dalla-cima-monte-maniglia

Per la discesa si ripercorre lo stesso sentiero della salita facendo attenzione a non scivolare sui tratti di pietraia.

Si consiglia di portarsi una buona scorta d’acqua per la salita fino, l’ unico punto acqua lungo il percorso si trova al Colle dell’Autaret: una fonte sorgiva dalla quale nasce il torrente per poter integrare la scorta.

laghi-autaret
laghi-autaret

Visto il periodo, l’altitudine e la quantità di neve scesa quest’inverno abbiamo dovuto attraversarne alcuni tratti ma senza alcuna difficoltà.

 

Scarica

 

Commenta per primo

Lascia un commento