Sentiero Napoleonico MTB VALLE MAIRA

Partenza: Bassura di Stroppo, Ponte Marmora (CN) – Distanza: 22 km – Dislivello: 730m – Tempo percorrenza comprese le pause: 2h 45′

Le alte temperature di luglio richiedono una bella evasione a quote medio-alte: su consiglio di altri biker oggi ci spostiamo in Valle Maira per, dicono, lo stupendo Sentiero Napoleonico posto nel Vallone di Marmora.

Parcheggiata l’ auto poco prima di Bassura di Stroppo, presso il “Bar Bistrò L’ Ape Maia”, risaliamo la SP422 fino a raggiungere dopo 2 km circa Ponte Marmora. Svoltiamo a sinistra, presso “La Gentil Locanda”, ma non prima di esserci riforniti di acqua fresca presso la fontana posta al bivio.

Forza! Pedaliamo su pendenze buone (mediamente del 6,5%) fino a giungere al bivio per Canosio, che ignoriamo.

Galleria-salita
Galleria-salita

Giriamo ancora una volta a sinistra e poi nuovamente a sinistra, ignorando l’ indicazione per Vernetti.

Continuando a pedalare, raggiungiamo e superiamo alcune delle splendide borgate facenti parte del Comune di Marmora: Brieis, Serre e infine Chiesa. Tutti gli abitati sono stati sottoposti ad un equilibrato e bellissimo restauro.

Borgata-Brieis
Borgata-Brieis

Giunti a Chiesa, dunque, riempiamo le borracce al lavatoio posto vicino alla piccola Cappella di Santa Maria, dove l’ indicazione “Napoleonica” ci fa capire chiaramente dove dovremo scendere;

Imbocco-Napoleonico
Imbocco-Napoleonico

noi proseguiamo invece ancora un po’ giungendo alla Chiesa dell’ omonima borgata, col suo campanile in pietra veramente splendido: panorama eccezionale e foto di rito. Fin qui il percorso di salita è totalmente asfaltato.

Chiesa-borgata omonima
Chiesa-borgata omonima

Torniamo indietro all’ imbocco della nostra discesa, da subito non bitumata. Il percorso, in origine a scopo militare, risale al ‘700 e collegava Elva con il Vallone di Marmora; si narra che anche l’ imperatore francese lo percorse.

Gran-single-track
Gran-single-track

Lo sterrato, dapprima largo, attraversa alcune baite ristrutturate e si restringe poco dopo: il single track, liscio e con alcuni divertenti punti tecnici, è fatto di continui saliscendi non sempre pedalabili. Man mano che si avanza la ciclabilità aumenta: giungiamo al Colle Encuccetta (palina) e tralasciamo le indicazioni per Palent.

Colle-Encucetta
Colle-Encucetta

Il percorso, ora, attraversa un fitto bosco di faggi: la pendenza aumenta come il divertimento, dati i numerosi tornantini che ci troviamo man mano che avanziamo.

L’ ultima parte del percorso è invece su una rilassante forestale, non banale date le pendenze di discesa: giungiamo velocemente ad un ponte di legno che anticipa l’ arrivo a Bassura.

Palina-Napoleonico
Palina-Napoleonico

Seguendo le indicazioni per la locanda “Alla Napoleonica” e risalendo i gradini posti vicino al cartello “bar”, torniamo sulla provinciale che ridiscendiamo fino alle auto.

Arrivo-Bassura
Arrivo-Bassura

Un sentiero veramente vario e assolutamente divertente…. per palati sopraffini!

 

Scarica

 

Marco Revelli
Informazioni su Marco Revelli 68 Articoli
Caporedattore Nakture, Accompagnatore Cicloturistico per la Regione Piemonte, sposato con Elena e padre di Lorenzo e Letizia, amo l' outdoor e la montagna.

Commenta per primo

Lascia un commento