Testa Sud di Bresses, Testa di Tablasses (2851 mt) e Canale NO Tablasses – VALLE GESSO

 

Data : 2 giugno 2018
Partenza : Terme di Valdieri (1380 mt)
Quota massima: Testa di Tablasses (2851 mt)
Difficoltà canale : I /4.1/ E2
Dislivello 1700 mt circa

Abbandoniamo l’auto alle Terme di Valdieri e ci dirigiamo verso il Rifugio Valasco (ex Reale Casa di Caccia, 1763 mt).

Il cielo è azzurro, tutt’intorno la vegetazione è di un verde intenso e ci fa compagnia il suono costante dell’acqua che scorre. Non scorgiamo anima viva… solo noi a goderci la natura, la libertà , la serenità che la montagna ci trasmette.

Ci addentriamo tra pietroni e larici. Raggiunti i 2000 mt circa , finalmente calziamo gli sci!

Ci addentriamo nella Valle Morta e decidiamo cammin facendo di salire alla Testa Sud di Bresses. Innalzandoci a destra scorgiamo in tutto il suo splendore il Corno Stella e l’Argentera.

 

Corno-Stella-ed-Argentera
Corno-Stella-ed-Argentera

 

Ogni luogo mi fa tornar in mente alcune escursioni, la gioia di aver raggiunte entrambe le vette, ma anche le persone conosciute ed i momenti condivisi con esse. Ore trascorse al rifugio Bozano che riconosco da lontano, con il Cai e con una ragazza che ha fatto il corso con me che poi è diventata una delle mie miglior amiche. Ore trascorse a parlarci, a confidarci i nostri umori ed i nostri sogni… sogni a cui credevamo come non mai, che per noi significano il futuro e per cui abbiamo costantemente lottato.

 

Cima-Nord-e-Sud-di-Bresses
Cima-Nord-e-Sud-di-Bresses

 

Questo è il potere della memoria, il potere di un luogo e dei ricordi ad esso associati.
Mi ri-concentro, penso che la strada è ancora lunga. Passo dopo passo giungiamo nei pressi di una casermetta, un ex ricovero militare e pochi mt dopo al Passo di Tablasses (2742 mt). In breve siamo in vetta alla Testa sud di Bresses (2820 mt).

Il panorama che si gode da qui è a dir poco splendido. Tutta la catena dell’Argentera ,sotto di me i laghi di Fremamorta ancora quasi interamente ghiacciati, il Bivacco Giulia (rosso), la Cima di Fremamorta. Più sulla destra i laghi Bresses ed il Lago Nègre. Davanti la Cima nord di Bresses, e più in la la nostra seconda meta.

 

Casermetta
Casermetta

 

Il cielo inizia a farsi scuro… è ora di partire. Il pendio da cui scendiamo è perfetto. Neve dura al punto giusto e liscia, per cui posso far alcune prove per ciò che mi aspetta dopo!
Scendiamo di circa 200-300 mt e poi risaliamo per raggiungere la Testa di Tablasses (2851 mt).

Ed ora arriva la parte più bella: il canale NO del Tablasses. Il primo tratto è sui 45°. Poi si assesta sui 40°.

 

Canale-NO-Tablasses
Canale-NO-Tablasses

 

La neve, per fortuna, mi permette di poter affrontare interamente il canale e riesco pure a divertirmi! Solo quella scanaltura in centro canale mi dà per così dire un po’ “fastidio”. Sciatori esperti nemmeno ci farebbero caso, ma io che sono alla prime armi osservo tutto attentamente per evitare di scivolare.

Non molto lontano dal canale ci ritogliamo gli sci , superiamo il rio con l’ausilio di ponti di legno e raggiungiamo il rifugio Valasco. Alcune persone che si trovano nei pressi, assaporano gli ultimi raggi di sole. Dico gli ultimi perché appena giunti alle Terme e saliti in auto, inizia a piovere.

Anche questa giornata sciistica si è conclusa nel migliore dei modi , davanti ad un piatto di tagliatelle di grano saraceno ed una buona birra artigianale.

SCARICA PERCORSO (DOWNLOAD)

 

Erika Ambrogio

Erika Ambrogio

Amo gli animali, la natura e tutto ciò che ha a che fare con la montagna.

Lascia un commento