Vedremo solo Reixa – GENOVA

 

Partenza ed arrivo : Arenzano (GE)

La partenza avviene da Arenzano e precisamente dal Santuario del Gesù Bambino di Praga. Salita la scalinata alla sua sinistra si distacca una stradina che porta alla Torre Saracena e , proseguendo, dopo pochi tornati, ci fa uscire dal centro abitato. Il sentiero è dapprima segnato con una M bianca e ci porta in località Curlo, con diverse panchine e tavoli per picnic (anche raggiungibile in auto). Dal piazzale prendiamo a destra la strada sterrata che ci porta al centro ornitologico Vaccà seguendo il sentiero alla nostra destra apparirà la deviazione segnalata da due pallini rossi che ci porterà fino al Passo della Gava.

casa-del-dazio-anno-1929
casa-del-dazio-anno-1929

Attenzione ad una deviazione che potrebbe trarre in inganno non facendo attenzione ai segnavia.

Giungiamo quindi al Colle della Gavetta mt 702 e proseguendo al Passo della Gava mt 752.

Arrivati al passo ci troviamo ad un quadrivio. Prendiamo il sentiero contrassegnato da una X rossa che ci conduce, in dolce salita e con vista stupenda su Genova e su tutto il Golfo del Tigullio al Reixa, metri 1182 sul livello del mare.

 

superato-passo-tardia
superato-passo-tardia

Dalla cima scorgiamo il Passo del Faiallo che raggiungiamo seguendo il sentiero contrassegnato da un quadrato con bordo rosso. Ritorniamo sui nostri passi e seguiamo ora i due pallini rossi che ci conducono all’unico punto il comune della gita, Passo della Gava.

Qui prendiamo il sentiero che scende verso Voltri con evidente segnavia formato da una X Rossa passando dapprima per Il Passo delle Tardie, Poi passeremo per una abbandonata casa del Dazio del 1929 e quindi per le cascatelle del Malanotte. La vista su Genova continua ad imporsi al nostro sguardo.

Giungiamo quindi ad una strada asfaltata che seguiamo svalicando Crevari e giungendo a Borgonuovo di Crevari. Qui percorriamo Via dell’Olba e poi via Canepa giungendo ad un posteggio. Alla nostra sinistra, si apre il sentiero (fare attenzione in quanto quasi invisibile nella ringhiera) . Il tracciato scende in modo ripido sino a Via Gainotti. La percorriamo passando il sottopasso dell’autostrada e giungiamo quindi sull’Aurelia, sotto la Chiesa di Vesima. In estate vi è servizio di treni che fermano a Vesima e giungono ad Arenzano. Nelle altre stagioni non ci resta che percorrere il lungomare sino ad Arenzano per chiudere il tracciato che forma un 8 con in comune solo il Passo della Gava.

Presenza di acqua e ripari.

Segnavia:

Due pallini rossi da Arenzano al Passo della Gava- una X rossa dal Passo al Reixa- un quadrato con cornice rossa dal Reixa al Faiallo, due pallini rossi dal Faiallo al Passo della Gava-una X rossa dal passo a Vesima.

Dislivello 1183 metri per 27,62 Km.

 

Scarica

 

Giovannino Giovine
Informazioni su giovannino giovine 49 Articoli
Giovannino Giovine

Commenta per primo

Lascia un commento